I vantaggi con l'utilizzo delle pompe per vuoto a secco Leybold nelle tecnologie di stampaggio

Intervista a NTS

La maggior parte dei prodotti in materiale termoindurente sono prodotti con la tecnologia dello
stampaggio sottovuoto. Leybold intervista il suo cliente NTS che spiega i vantaggi ottenuti
utilizzando le pionieristiche tecnologie a secco del vuoto Leybold.

Chi è NTS?

Siamo un’azienda famigliare di terza generazione, nata nel 1959 con la produzione di stampi in acciaio per lo stampaggio di materie plastiche. Dagli anni ’70 abbiamo integrato le presse di stampaggio per le produzioni in serie dei prodotti in plastica. Oggi il maggior valore in termini di fatturato è generato dallo stampaggio di articoli tecnici industriali in materiale termoindurente (iniezione e compressione, BMC, SMC, fenoliche), oltre che di termoplastico. Abbiamo in totale 50 presse di stampaggio che, insieme all’officina costruzione stampi con l’ufficio di progettazione dedicato, offrono al cliente un servizio sempre più integrato e certificato. Nel corso dei decenni abbiamo sempre mantenuto uno spirito innovativo e di crescita rispettando una forte etica d’azione e di responsabilità sociale coerentemente con i nostri valori d’impresa. Nell’ultimo biennio abbiamo investito circa il 7% in innovazionee sviluppo, il che la dice lunga sulla nostra volontà di traguardare il futuro a partire dal presente. La certificazione ISO9001:2015 è uno standard di qualità concreta, reale, non solo formale edocumentale. Ad essa ne seguiranno presto altre in termini di qualità di processo, sicurezza, ambientale, governance.

I vostri standard qualitativi sono molto elevati nei processi produttivi, per raggiungere  obiettivi di qualità. Come selezionate i partner di produzione delle apparecchiature?

Seguendo i nostri stessi valori guida e di impegno professionale: responsabilità trasparenza e coerenza devono essere azione quotidiana del nostro partner cui diversamente non potremmo affidare alcuna fornitura o servizio. Solo con questi valori unitamente all’alta competenza professionale si può “alzare l‘asticella” instaurando un rapporto di partnership duraturo, fidelizzante e vincente per entrambi.

Quali sono i requisiti essenziali per i sistemi di vuoto / pompe utilizzati nei vostri processi produttivi?

Abbiamo la necessità di ottenere all’interno degli stampi un grado di vuoto dell’ordine dei 20 mbar assoluti, vuoto che deve essere raggiunto con estrema rapidità. Di notevole importanza anche la costanza del valore raggiunto per tutti i cicli.

Per quali prodotti usate il vuoto di Leybold?

La tecnologia di stampaggio con vuoto viene da noi utilizzata per la produzione di quasi tutti i prodotti in materiale termoindurente, prodotti che trovano uso nei settori più disparati, tra i quali elettromeccanico, tessile, automotive, electric engine.

Qual è il tipico sistema di pompaggio che viene impiegato nei vostri processi?

La nostra struttura produttiva è dotata di un “anello del vuoto” che collega le pompe, posizionate in un locale macchina, con tutte le 22 presse di stampaggio ad iniezione per termoindurente. L’anello è costituito da una tubazione di diametro importante (110mm) che segue la dorsale di tutto il reparto produttivo; per quanto riguarda le pompe abbiamo optato per due pompe a secco della famiglia Dryvac con portata di 650 mc/h ciascuna.

Siete stati il primo cliente a installare correttamente l'e-saver. Come lo usate? Quali benefici avete avuto?

Quando abbiamo installato la prima Dryvac 650nei primi mesi del 2013 ci è stato proposto di testare, primi tra tutti, l’e-saver, un dispositivo che permette di ridurre i consumi energetici della pompa una volta che nell’impianto è stato raggiunto il valore di vuoto desiderato. La pompa in questione funziona in continuo alla stessa frequenza di funzionamento (con consumo energetico pressoché costante) mentre l’impianto può avere dei momenti in cui non richiederebbe ulteriore “pompaggio” in quanto il vuoto richiesto è già raggiunto. In questi casi interviene l’e-saver che, grazie ad una geniale intuizione, permette quasi di dimezzare il consumo energetico. Oggi, che all’anello del vuoto abbiamo collegato una seconda pompa Dryvac 650 (questa senza e-saver) in quanto è cresciuta la richiesta di vuoto, utilizziamo questa seconda pompa nuova al 100% mentre la prima la utilizziamo con l’e-saver.

Perché comprate la tua attrezzatura da Leybold?

Quando nel 2011 abbiamo iniziato a valutare l’implementazione dell’impianto centralizzato del vuoto ci siamo mossi con diversi fornitori di sistemi per vuoto. Tra i diversi contattati abbiamo trovato in Leybold non soltanto un fornitore serio e preparato ma un partner sul quale contare e che ci ha aiutato, innanzitutto a focalizzare le problematiche del nostro caso, poi a considerare diverse soluzioni per arrivare alla definizione della soluzione ottimale.

Che benefici trovate nell'acquistare da Leybold?

Assistenza e disponibilità.

Quanto è importante il servizio post vendita per voi?

Per noi è di fondamentale importanza, sia per gli eventuali sviluppi futuri, sia per la manutenzione preventiva.