La tecnologia sotto vuoto e le attrezzature di misurazione di Oerlikon Leybold consentono di provare le onde gravitazionali previste da Einstein

Dopo circa 100 anni, è un dato di fatto: Albert Einstein aveva ragione anche in questo caso. Un secolo dopo la previsione del fisico sull'esistenza delle onde gravitazionali nell'ambito della sua teoria sulla relatività generale, la loro esistenza è ormai stata dimostrata scientificamente.

Le attrezzature per vuoto e misurazione di Oerlikon Leybold Vacuum hanno dato un importante contributo a tale scoperta dei tecnici spaziali americani e tedeschi degni di un premio Nobel. Ecco cosa hanno scoperto: La gravità viene creata perché la massa causa la curvatura dello spazio-tempo.

Gli astronomi di tutto il mondo hanno lavorato per un secolo sull'immagine scientifica del "suono dell'universo". La curvatura dello spazio-tempo per le onde gravitazionali che si propagano dalle masse per tutto l'universo – finora questa era soltanto una supposizione ipotetica. Adesso, pero, si è riusciti a misurare sulla terra il cambiamento delle onde in lunghezza. Per arrivare a questo, l'azienda di Colonia, Leybold Vacuum, ha impiegato tecnologie di misurazione estremamente sensibili e tecnologie per vuoto sperimentate. 

Le piccolissime onde che si muovono alla velocità della luce non sarebbero state scoperte senza un rilevatore di onde gravitazionali come il GEO 600 presso l'istituto Max Planck per la fisica gravitazione di Hannover, in Germania. Il rilevatore GEO 600 ha giocato un ruolo strategicamente importante durante la ricerca. Ad Hannover sono stati sviluppati e testati gran parte degli strumenti che poi hanno consentito alle due grandi stazioni americane di misurazione LIGO di Livingston, Louisiana e di Hanford, Washington, di trovare la prova delle onde gravitazionali di Einstein.

LIGO misura lo spazio-tempo con due tubi della lunghezza di quattro km, che vengono assemblati a terra come una condotta. La lunghezza dei bracci può essere monitorata con precisione con un sistema laser all'interno dei tubi. Se all'interno dell'unità si muove un'onda gravitazionale, comprime e allunga i bracci in maniera diversa. 

Solo grazie alla elevata sensibilità degli strumenti di misura è stato in effetti possibile rilevare dimensioni di circa dieci millesimi del diametro di un nucleo. Il GEO 600 contiene anche un sistema di misurazione e pompe per vuoto a vite per compressione a secco della serie SCREWLINE, prodotte da Leybold Vacuum. Oltre ad essere facile da usare e quanto più precisa possibile, la tecnologia di misurazione deve avere una prontezza operativa molto veloce nonché tempi di risposta brevi. 

Per provare l'esistenza delle onde gravitazionali, sono stati eseguiti altri progetti di ricerca supplementari, contemporaneamente in Italia (VIRGO) e in Giappone (KAGRA). Inoltre, queste due sedi di ricerca sono state dotate di macchine prodotte da Leybold Vacuum, Il rilevatore di onde VIRGO in provincia di Pisa ha utilizzato la tecnologia di misurazione Leybold e gli spettrometri di massa per circa 15 anni. Inoltre il progetto KAGRA, nella città giapponese di Ida, costituisce attualmente il più grande sistema per vuoto del Giappone. Oerlikon Leybold Vacuum è rappresentato qui con diversi sistemi di pompaggio SP250/RUVAC.

Le pompe per vuoto SCREWLINE sono del tipo a viti di compressione a secco per vuoto primario funzionanti secondo il principio della vite. La robusta famiglia di pompe SCREWLINE è stata progettata sia per le speciali esigenze della R&S che per le applicazioni industriali. L'innovativo design ne consente l’uso in tutte le applicazioni che richiedono soluzioni per vuoto affidabili, compatte e di facile manutenzione. Uno dei vantaggi più grandi che gioca un ruolo importante in questa applicazione è l'elevato livello di flessibilità per i potenziali impieghi. Le connessioni che usano flange universali o flange di fissaggio permettono una semplice integrazione nel sistema. Con gli accessori disponibili si può adattare la pompa alle singole esigenze, tipiche di ogni applicazione. Queste pompe sono ottimizzate per la connessione alle pompe per vuoto Roots della serie RUVAC.

Dr. Martin Füllenbach, CEO di Oerlikon Leybold Vacuum, dice: "Questa sensazione scientifica illustra ancora una volta l'importanza delle nostre soluzioni tecnologiche per applicazioni di ricerca di significato fondamentale. Siamo molto orgogliosi di affiancare e sostenere gli istituti leader nella ricerca anche nei prossimi anni".

Forse non sarà solo l'orgoglio ma anche la gioia sarà una delle nostre emozioni dal momento che non è impossibile che queste scoperte vengano in futuro insignite con il premio Nobel per la fisica.